Carlino

cane carlino
Descrizione e Carattere del Carlino

Robusto, piccolo, simpaticissimo il Carlino è tra i più simpatici cani da compagnia. Dotato di un carattere allegro ed equilibrato può essere un incredibile compagno di vita. Nonostante la taglia piccola il Carlino, con molte probabilità, discende dai molossi con cui condivide alcuni aspetti caratteriali quali una tendenza alla testardaggine. Il Carlino è un cane che ha bisogno di capire la finalità della sua educazione e delle cose che gli vogliamo insegnare: motivo per cui è abbastanza controproducente usare con lui modi bruschi che non sortiranno alcun effetto. Il suo padrone deve avere la possibilità di trascorrere con lui molto tempo, in particolare da cucciolo, perché quella è l'età in cui bisogna insegnarli le regole; da adulto è difficilissimo, quasi impossibile, riuscire ad introdurre modifiche nel suo comportamento.Ma se allevato con cura il Carlino dimostra in modo evidentissimo due doti del suo carattere che sono molto sviluppate: intelligenza e sensibilità. Ed oltre alla sua simpatia è proprio il carattere del Carlino a spiegarne la sua popolarità. Oltre all'intelligenza e alla sensibilità, a colpire di questo cane sono la sua dolcezza, la sua espansività e la sua estrema lealtà. Anche per questi elementi il Carlino si distingue nelle attività legate alla Pet Therapy. Un consiglio: non lasciamolo mai troppo solo, perché è una cosa che lo intristisce in modo particolare.




Storia

Molti elementi portano a ritenere che le origini del Carlino siano da rintracciare in Giappone e in Cina. Dall'oriente furono poi portati in Europa e in particolare in Olanda, paese con cui l'oriente intratteneva rapporti intensi di scambi commerciali. Ma bisogna considerare anche che molti studiosi mettono in dubbio questa ipotesi sostenendo che la selezione di questa razza, e in particolare il suo carattere, sia essenzialmente europeo dal momento che vi sono pochi elementi caratteriali in comune con altri cani piccoli di provenienza orientale. Questo sembra suffragare l'ipotesi che il Carlino sia un incrocio tra Bulldog e Mastiff avvenuto in Inghilterra. Ma nonostante questa ridda di ipotesi quella dell'origine orientale resta la predominante suffragata anche dalla presenza del Carlino già nel Portogallo del XV secolo a cui fece seguito una notevole diffusione nel resto d'Europa; e, non a caso, anche il Portogallo era un paese che con l'oriente aveva consolidati rapporti commerciali. In ogni caso fu l'Inghilterra a selezionare definitivamente la razza nel XIX secolo.


Alimentazione

L'alimentazione del Carlino deve essere seguita con molta cura in considerazione di due fattori in particolare: il primo è la sua tendenza a ingrassare e il secondo è il fatto che la quantità di moto deve essere giusta e mai eccessiva. Un Carlino sottoposto infatti a sforzi eccessivi prima dello sviluppo osseo completo potrebbe avere problemi anche ai legamenti. Estrema attenzione quindi all'equilibrio tra dieta e moto. Per questo motivo è meglio utilizzare mangimi specifici che danno al cane la giusta quantità di elementi nutrizionali necessari al suo corretto sviluppo. Stabilire con il veterinario la dieta corretta che dovrà variare a seconda dell'età del cane. Come per tutti i cani, in particolare per quelli con una certa tendenza ad ingrassare, è necessario somministrare la quantità giornaliera di cibo in almeno tre volte. Evitare assolutamente di allungargli qualcosa dalla tavola.


La sua salute

Il Carlino è un cane che, tendenzialmente, non è soggetto a patologie particolari o ereditarie: essenziale però è acquistarlo da allevatori seri e accreditati. In genere si tratta di un cane molto longevo e robusto. Dobbiamo ricordarci che tende a soffrire il caldo molto di più dei cani con una struttura più leggera: motivo per cui, in estate soprattutto, non dovrà essere sottoposto a sforzi eccessivi per nessun motivo. Il consiglio è quello di accertarsi che le narici siano ben aperte. Quando si viaggia con un Carlino, nei periodi caldi, è essenziale assicurarci che ci sia sempre a disposizione dell'acqua fresca e anche un panno da umidificare in caso di necessità e con cui bagnargli il pelo. La sua particolare conformazione della bocca rende consigliabile il controllo regolare di formazioni di tartaro. Per il resto, come per tutte le razze, è necessario sottoporlo alle vaccinazioni annuali, alla profilassi contro la Filariosi Cardio Polmonare e alla difesa dai parassiti.


Carta d'identità

Nome: Carlino
Nazionalità: Cina
Peso: varia tra i 6,5 kg e gli 8 kg.
Mantello: ha un pelo corto, liscio e morbido.
Testa: è piuttosto grande con un muso corto e con rughe disegnate chiaramente.
Occhi: grandi, scuri.
Tronco: tarchiato e corto.


Allevamenti Carlino
Allevamento all'Ombra del Rubino
Ardea • Roma
Siete allevatore del carlino? Segnalate il vostro allevamento su canidirazza.org